Monaco Grand Prix, Monte Carlo 22-26 May 2013

F1 | GP Monaco 2013: La griglia di partenza

25 maggio 2013 – Dopo le qualifiche, la griglia di partenza per il Gran Premio di Monaco, sesta prova del Mondiale Formula 2 della stagione sportiva 2013, vede la prima fila occupata dalle due Mercedes di Rosberg e Mailton .

Griglia di partenza
1 9 Nico Rosberg Mercedes 1’13.876 – -
2 10 Lewis Hamilton Mercedes 1’13.967 0.091 0.123

3 1 Sebastian Vettel Red Bull/Renault 1’13.980 0.104 0.141
4 2 Mark Webber Red Bull/Renault 1’14.181 0.305 0.413

5 7 Kimi Räikkönen Lotus/Renault 1’14.822 0.946 1.281
6 3 Fernando Alonso Ferrari 1’14.824 0.948 1.283

7 6 Sergio Pérez McLaren/Mercedes 1’15.138 1.262 1.708
8 15 Adrian Sutil Force India/Mercedes 1’15.383 1.507 2.040

9 5 Jenson Button McLaren/Mercedes 1’15.647 1.771 2.397
10 18 Jean-Eric Vergne Toro Rosso/Ferrari 1’15.703 1.827 2.473

11 11 Nico Hülkenberg Sauber/Ferrari 1’18.331 4.455 6.030
12 19 Daniel Ricciardo Toro Rosso/Ferrari 1’18.344 4.468 6.048

13 8 Romain Grosjean Lotus/Renault 1’18.603 4.727 6.399
14 17 Valtteri Bottas Williams/Renault 1’19.077 5.201 7.040

15 21 G.van der Garde Caterham/Renault 1’19.408 5.532 7.488
16 16 Pastor Maldonado Williams/Renault 1’21.688 7.812 10.574

17 14 Paul Di Resta Force India/Mercedes 1’26.322 12.446 16.847
18 20 Charles Pic Caterham/Renault 1’26.633 12.757 17.268

19 12 E.Gutiérrez Sauber/Ferrari 1’26.917 13.041 17.653
20 23 Max Chilton Marussia/Cosworth 1’27.303 13.427 18.175

21 22 Jules Bianchi Marussia/Cosworth – - -
22 4 Felipe Massa Ferrari – - -

F1P | Antonio Azzano

 

17 risposte a F1 | GP Monaco 2013: La griglia di partenza

  1. Carlo Rimoldi scrive:

    Mercedes e Red Bull di un altro passo e il problema è che la Mercedes sembra avere anche un buon passo gara. Si fa dura per Alonso: bisogna sperare in un ottima partenza e sperare che qualcuno sbagli in gara o nei pit-stop. Montecarlo è sempre Montecarlo!

  2. Massimo scrive:

    Domenica In… salita.
    Quello che doveva essere l’asso nella manica ( Felipe ) anzi l’arma vincente della Ferrari, si è spuntata al primo affondo… inutile qualsiasi commento. Le prestazione della F138 in qualifica ( o di Alonso? ) cominciano però a preoccupare veramente. Ci si aspettava un 3° o 4° posto al massimo, ma quest’anno le AMG, spaventapasseri in gara, sono temibili in prova e se scoprono come salvaguardare le gomme, saranno dolori per tutti, considerando anche che Nico non sembra temere troppo la bravura di Lewis. Partire in 6a posizione a Monaco, con la trappola della Sainte Devote in agguato, è molto preoccupante e forse conviene sperare in una corsa bagnata che renderebbe più facili i sorpassi ( vero Ayrton? ) ma che ridurrebbe le soste ad una sola. Secondo la mia opinione, Alonsò può fare solo due cose: uscire indenne dalle prime curve e anticipare tutti con il primo cambio e cercare di restare in pista, con il secondo set, almeno 40 giri.

    • Ringo90 scrive:

      Giustissima analisi!

    • Nico Farella scrive:

      Tra Webber quarto e Raikkonen quinto c’è un solco di ben 7 decimi. Un po’ troppi da attribuire unicamente all’eventuale prestazione sottotono del pilota. Sono abbastanza certo che le prestazioni in qualifica grosso modo siano proprio quelle arrivate alla fine. Alonso al massimo poteva partire davanti a Kimi (solo due millesimi tra i due), ma la seconda fila era fuori portata per entrambi. Non so come si evolveranno le cose sul passo gara, ma se anche ci fosse una differenza pro-Ferrari come vista a Barcellona o a Shangai, dubito fortemente che si possa fare tanta strada, poiché quando hai davanti un avversario che non può tenere il passo devi sopravanzarlo, cosa praticamente impossibile a Monaco. Il rischio, se così fosse, è di avere Alonso che scalpita alle spalle dei piloti davanti per 40 giri senza riuscire a passare. Per la Ferrari – salvo eventi particolari – è una gara a limitare i danni. Per la vittoria non so, mi fido più del passo della Red Bull, la Mercedes attuale in gara non dà garanzie nonostante ciò che abbiamo visto giovedì.

      • Ringo90 scrive:

        Come dissi anche prima di Barcellona, tutto può succedere, a Monaco ancora di più, ma non date la Ferrari per morta troppo presto: anche a Barcellona dicevano che era impossibile superare, che vinceva sempre chi partiva dalla pole e beh… si è visto… miracoli della gomma.
        A Monaco potrebbe andare diversamente, ma dubito che la Ferrari rimanga troppo inchiodata.

        • Nico Farella scrive:

          Penso che sia una situazione diversa. Barcellona era una pista difficile fino a poco tempo fa, ma con tanto spazio a disposizione i sorpassi sono assolutamente fattibili. Monaco invece rimane un buco di pista dove i sorpassi avvengono solo se c’è una differenza di 4 secondi tra una macchina e l’altra. Ho appena visto la Gp2, dopo i primi due giri di assestamento i primi 5 hanno fatto elastico per 30 giri in meno di 4 secondi senza sorpassarsi. E stiamo parlando di una categoria dove se le suonano di santa ragione.

          • Ringo90 scrive:

            Che dire, sicuramente hai ragione, e parlando egoisticamente spero che sia così, ma la paura di essere smentiti è tanta… con le gomme di quest’anno i vecchi ragionamenti sono andati a farsi benedire più di una volta :D

          • Nico Farella scrive:

            Eheh, impossibile fare previsioni. A Monaco poi…che t’ò ddic a ffa’?! :D

        • Massimo scrive:

          Spazio. Datemi spazio e vi conquisterò il re… podio.

  3. gippo scrive:

    Ros ha confermato di avere un gran piede, peccato per alonso ma da quello che si è capito dalle immagini sembrava non riuscire a mandare in temp le gomme.
    Speriamo in un gp roulette.

  4. Andrea Teresi scrive:

    Pioggia e temperature basse hanno fatto la differenza, ma questa e’ la F1.
    Un encomio particolare a due ” seconde guide” che oggi hanno guidato in modo spettacolare, Nico Rosberg e Mark Webber e se il primo ha confermato il momento magico il secondo ha fatto vedere di che pasta e’ fatto qui a Monaco facendo un tempone strabiliante qualche minuto primo dello stop, e qui qualche minuto in piu’ alla fine fa la differenza.
    Per quanto riguarda Kimi e Alonso, sono tranquillamente ancora in lizza per il risultato, e cmq non e’ possibile fare previsioni: siamo a Monaco!

    • Enzo Frangione scrive:

      Ciao Andrea, concordo.

      • Andrea Teresi scrive:

        Un salutone a te Enzo, ho riacceso un attimo il pc e ho visto il tuo gradito commento.
        Arrivata la sera non so proprio cosa pensare per domani, mi sembra che qui a Monaco ogni previsione sia fatta solo per essere smentita, certo le qualifiche restano sempre un grosso problema per le rosse che costringono poi a gara d’attacco con tutti i rischi che questo comporta.
        Non sono ancora sicuro sulla tenuta delle Mercedes in corsa ma credo che stavolta RB vada forte davvero.
        Fernando è chiamato per l’ennesima volta ad una gara difficile, in mezzo a mille insidie e sotto i riflettori, una cosa è certa il ragazzo ha dei nervi di acciaio e quando sale in macchina – e smette di parlare – diventa un grande pilota da corsa.
        Non ci resta che una bella preghiera a Santa Devota che ci protegga e assista nella prima insidiosissima piega.
        Un grande saluto.

    • Massimo scrive:

      Buonasera. Che Webber si trovi a suo agio a Montecarlo, non è mistero. Che Nico sia all’altezza di Lewis, se non forse migliore, non mi meraviglia più. Se fossi un giocatore d’azzardo, cosa che non sono, strapperei il contratto del conquistador, più famoso per i titoli persi al palo che per quelli conquistati, e metterei le mani addosso al figlio di Keke da subito.

      • Ringo90 scrive:

        Lewis ha avuto la gran fortuna di trovarsi nella scuderia giusta al momento giusto, guarda caso lui abbandona la Mercedes nel momento in cui quella passa da essere top team a mezza calzetta, mentre si ritrova nella Mercedes ora che ha fatto un passo avanti.
        Nonostante questo, come praticamente tutte le sue stagioni da quando è in F1, anche questa dà l’impressione di essere una stagione di luci ed ombre per lui, il tempo ci darà ragione o torto, ma per ora i suoi migliori risultati sono due terzi posti, uno regalato da Nico e un altro preso per un pelo contro un rimontante Vettel.

  5. maxleon scrive:

    Bhe, analizzando i tempi di giovedì di Alonso avevo visto che con lo stesso set di gomme aveva realizzato prima in 1:15.3 e dopo il crash di Grosjean, con le stesse gomme e dopo altri QUATTRO giri il tempo di 1:15.1, il che mi ha fatto pensare a due ipotesi, la prima era che la Ferrari non riusciva a mandare in temperatura le gomme e la seconda che si fosse nascosta, bhe ora almeno sappiamo la risposta, in ogni caso la gara domani è abbastanza imprevedibile e visto che la macchina va meglio con il carburante necessario per fare sette giri c’è da sperare.

  6. Giuseppe Bartolucci scrive:

    canbio post e dico, oggi hanno fatto vedere molte volte dalle varie camera car la curva sotto il tunnel…..qualcuno dice ancora che è difficile? è impressionante? si, pericolosa? si, è difficle? no.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>